Anche MODENA partecipa all’Open Day per la tutela delle fragilità sociali – #sipuofare

Sabato 27 maggio 2017
Incontro pubblico

PRESENTAZIONE DELLA 14^ GUIDA PER IL CITTADINO:
“DOPO DI NOI”, AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO, GLI STRUMENTI
PER SOSTENERE LE FRAGILITA’ SOCIALI

Modena, Galleria Europa – Piazza Grande

Programma

Introduce e presiede:

Notaio Flavia Fiocchi, Presidente del Consiglio Notarile di Modena

Interventi di:

– Onorevole Edoardo Patriarca – componente XII commissione (Affari Sociali) – Vice presidente commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza migranti

Pierluigi Guidastri (Cittadinanzattiva)

Sergio Saltini – Presidente Fondazione Progetto per la Vita ONLUS di Carpi

Erika Coppelli – Presidente Associazione Aut Aut Modena ONLUS

Paola Rossi – Presidente Associazione Sopra le Righe dentro l’autismo di Carpi

– Enrico Pisanu – rappresentante di cooperative Nazareno Carpi

Raffaella Pannuti (Presidente Fondazione ANT)

Alessandra Ferrini (AISM)

Antonella Sala (ASEOP)

Antonio Fenu (Delegato regionale sport paralimpici)

Luca Scarpa (Associazione Adusbef )

Relazioni dei notai della Commissione ‘Terzo Settore’ del Consiglio Notarile di Modena:

Carlo Camocardi di Carpi: ‘Legge 112/2016 – Il trust: da mistero a efficace strumento per il durante e dopo noi’

Anna Laura Bonafini di San Felice sul Panaro

Notaio Daniele Boraldi di Carpi

Notaio Raffaele Panno di Carpi

Notaio Uber Tacconi di Modena

A MODENA, NASCE PRESSO IL TRIBUNALE L’ <ASSOCIAZIONE MODENA GIUSTIZIA>, PER LA GESTIONE COMUNE E L’ORGANIZZAZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI

La nuova Associazione è stata costituita dal Consiglio Notarile di Modena, insieme all’Ordine degli Avvocati e all’Ordine dei Dottori Commercialisti: a partire dal mese di aprile, gestirà le esecuzioni immobiliari, e nel futuro organizzerà anche eventi formativi interdisciplinari.

A costituirla, l’altro giorno, presso il Tribunale di Modena, sono stati Flavia Fiocchi (Presidente Consiglio Notarile di Modena), Daniela Dondi (Presidente Ordine degli Avvocati) e Stefano Zanardi (Presidente Ordine dei Commercialisti).

La nuova Associazione, secondo gli intenti dei firmatari, sarà anche un riferimento per lo sviluppo sul territorio di progetti condivisi e l’organizzazione di eventi formativi interdisciplinari.

<Credo che si tratti di un evento molto importante _ sottolinea il notaio Flavia Fiocchi _ che suggella , in un periodo storico tanto delicato quale quello che stiamo attraversando, il rapporto di collaborazione, stima e condivisione in essere tra i professionisti modenesi>.

Come funzionerà l’ <Associazione Modena Giustizia>?

Come è noto, in base ad un Protocollo sottoscritto anni fa con il Tribunale di Modena, tutte le esecuzioni immobiliari si svolgono attualmente con ‘delega frazionata’, tale per cui ogni esecuzione vede due professionisti delegati dal Giudice, uno dei quali è sempre un notaio, a cui spetta il compito di redigere il nulla osta, e poi, in caso di assegnazione, quello di redigere il decreto di trasferimento e provvedere a tutte le formalità relative, compresa la cancellazione delle pregiudizievoli. Mentre l’altro delegato, avvocato o commercialista, si occupa di tutte le udienze di vendita, con relativi avvisi e relazioni periodiche, e del piano di riparto a conclusione della vicenda. L’ufficio del Delegato, fino ad oggi gestito da una Fondazione tra Avvocati, Commercialisti, CCIAA e Banche verrà, a partire dal mese di aprile gestito attraverso questa Associazione tra i tre Ordini coinvolti nelle esecuzioni che gestiranno in comune sia l’ufficio del Delegato che le esecuzioni immobiliari , che sono in numero sempre crescente.

Non solo: nell’ambito di un programma di ampio respiro, all’Associazione faranno capo eventi formativi interdisciplinari e, soprattutto, verranno messi in cantiere progetti condivisi, a beneficio dei tre Ordini ivi rappresentati.

SOTTOSCRIZIONE PROTOCOLLO DI INTESA NOTAI-GEOMETRI-INGEGNERI PER LA ‘DICHIARAZIONE OBBLIGATORIA DI CONFORMITÀ URBANISTICA E CATASTALE’

A TUTELA DELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI, NEL COMUNE DI MODENA DIVENTA OBBLIGATORIA LA ‘DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’ URBANISTICA E CATASTALE’

Sottoscritto stamani in Comune, il Protocollo di Intesa tra i Notai , i Geometri e gli Ingegneri che rende obbligatoria la ‘Dichiarazione’. Con l’obiettivo di garantire ai cittadini e ai professionisti coinvolti la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità dell’immobile.

Modena, 30 gennaio 2017 _ Come tutelare il cittadino nelle compravendite edilizie,garantendo la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità dell’immobile?

Ora, a Modena, sarà possibile attraverso la ‘Dichiarazione di Conformità Urbanistica e Catastale’, che diviene obbligatoria nel Comune a partire dall’1 gennaio 2017.

Tale documento viene ufficializzato e sancito dal Protocollo di Intesa sottoscritto stamani dai Notai, dai Geometri e dagli Ingegneri.

A firmare il documento sono intervenuti Flavia Fiocchi (Presidente del Consiglio Notarile di Modena) , Andrea Ognibene (Presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati della provincia di Modena) , Augusto Gambuzzi ( Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena) .

Erano presenti anche i rappresentanti delle Associazioni locali dei Consumatori e Giambattista Baccarini, Presidente Regionale Fiaip, che ha voluto manifestare la condivisione del protocollo da parte degli agenti immobiliari da lui rappresentati.

Dal punto di vista operativo, la ‘Dichiarazione di Conformità Urbanistica e Catastale’, è un documento che risponde all’esigenza di tutelare il cittadino che acquista e ha diritto ad acquistare bene, il cittadino che vende e si trova a dover rendere in atto, pena nullità, dichiarazioni di contenuto tecnico che non è in grado obiettivamente di rendere con competenza specifica.

Infine, non ultimo, questo stesso documento di ‘Conformità’ supporta il Notaio, posto a presidio della legalità, quindi innegabile promotore, pur senza responsabilità, della circolazione di immobili che siano necessariamente “regolari” sia sotto il profilo urbanistico che sotto il profilo catastale e tutela anche gli agenti immobiliari , per legge responsabili se immettono sul mercato immobili non conformi .

In questo modo, infatti, tutti i soggetti coinvolti nella filiera dei trasferimento immobiliari avranno la certezza della regolarità urbanistica e dell’agibilità dell’immobile. Non solo: allo Stato sarà assicurata una minore incidenza del contenzioso e delle procedure amministrative di sanatoria delle irregolarità.

<Il Protocollo _ sottolineano Flavia Fiocchi , Andrea Ognibene e Augusto Gambuzzi _ nato da un lavoro a quattro mani avviato dai notai e dai geometri cui hanno poi aderito anche gli ingegneri e al quale si auspica possano aderire presto gli altri Ordini tecnici, parte da una delibera presa dai notai che interessa l’intera Regione Emilia Romagna, ed è inteso a condividere fra i tre Ordini l’obiettivo primario della circolazione di immobili non abusivi, attraverso la richiesta – in fase di vendita – da parte di ciascun Notaio di una Dichiarazione di Conformità Catastale e Urbanistica redatta da un tecnico specializzato a prezzi calmierati , il cui testo base è stato studiato e condiviso tra tutti.>.

Il Consiglio Notarile porta questo Protocollo finalmente anche nel Comune di Modena, facendo seguito all’analogo Protocollo di Intesa siglato nel 2014 dal Consiglio Nazionale del Notariato e dal Collegio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati, per avviare una collaborazione tra le due categorie «volta a rendere gli atti dei trasferimenti immobiliari in linea con i più elevati standard di sicurezza anche sotto il profilo urbanistico ed edilizio».

Anche la Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione, organo di raccordo per i rapporti intersindacali tra Anama, Fiaip e Fimaa (le maggiori sigle nazionali rappresentative degli Agenti Immobiliari ) ha condiviso il progetto, manifestando il proprio interesse ed il proprio consenso ad aderire ad un tavolo di lavoro dedicato, segno del grande interesse di questo progetto da parte davvero di tutti i soggetti coinvolti nel complesso procedimento del trasferimento di un immobile.

SETTIMANA NAZIONALE DEI LASCITI AISM

Domani a Modena un incontro con i notai in sede AISM, per ricevere tutte le informazioni sui lasciti solidali, gesti di generosità alla portata di tutti

Anche a Modena, i notai sono al fianco di AISM (Associazione Nazionale Sclerosi Multipla) nella campagna informativa sui lasciti solidali nell’ambito della XIII edizione della Settimana Nazionale dei Lasciti, con la collaborazione e il patrocinio del Consiglio Nazionale del Notariato.

Domani, giovedì 26 gennaio, due notai del Distretto Notarile di Modena saranno gratuitamente a disposizione dei cittadini in sede AISM (ore 16, Sezione Provinciale AIS, Via Contrada, 127) per informare, spiegare e approfondire cosa prevede la legge italiana in materia di diritto successorio e per sensibilizzare sull’importanza dei lasciti solidali per realizzare i più importanti progetti di AISM e della sua Fondazione a favore delle persone con sclerosi multipla.

I LASCITI AISM. Alcune informazioni: fare un lascito “solidale” è un atto di generosità, di amore e di grande valore, alla portata di tutti e non costa niente; non è vincolante e non va a toccare i diritti dei propri cari. Sostenere con una disposizione testamentaria a favore dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della sua Fondazione significa garantire i servizi sanitari e sociali alle oltre 110 mila persone colpite da sclerosi multipla e dare un futuro alla ricerca scientifica sulla sclerosi multipla. Per informazioni: AISM 800-094464 www.aism.it. E’ possibile richiedere gratuitamente la Guida per il Cittadino <L’importanza di fare testamento: una scelta libera e di valore> scrivendo a lasciti@aism.it.

Venerdì prossimo 25 novembre, a Modena, un Incontro formativo sul ‘Patto Marciano’ e le nuove forme di garanzia nel prestito vitalizio ipotecario e nei finanziamenti alle imprese e ai consumatori.

Si intitola <Oggi parliamo di: ‘Patto Marciano’ e le nuove forme di garanzia nel prestito vitalizio ipotecario e nei finanziamenti alle imprese e ai consumatori>, l’incontro formativo in programma per domani (ore 15) presso il Consiglio Notarile di Modena, Corso Canal Grande 71. Dopo l’introduzione e i saluti di Flavia Fiocchi, Presidente Consiglio Notarile di Modena, la parola passa a due esperti: il notaio Biagio Caliendo che parlerà dei “ finanziamenti alle imprese e ai consumatori”, e il notaio Notaio Antonio Diener a cui spetterà approfondire ‘Il prestito vitalizio ipotecario ”.

Il convegno è gratuito e sono previsti per i partecipanti 4 c.f.p. per i notai.

Documenti

  • locandina 25-11-2016.pdf (58KB)

    ‘Patto Marciano’ e le nuove forme di garanzia nel prestito vitalizio ipotecario e nei finanziamenti alle imprese e ai consumatori.

Oggi parliamo di: La casa, un bene essenziale – Modalità alternative di acquisto

(dialoghi aperti nell’ambito del progetto nazionale di presentazione delle Guide per il Cittadino)

07 Ottobre 2016 Galleria Europa Piazza Grande

PROGRAMMA

Ore 15:00 registrazione dei partecipanti

Ore 15:15 Saluti del Presidente Notaio Flavia FIOCCHI

Ore 15:30 relazioni a cura di:

dr. Antonio NICOLINI, notaio in Sassuolo – IL RENT TO BUY

dr. Giuliano FUSCO, notaio in Modena. – IL LEASING IMMOBILIARE ABITATIVO

d.ssa Anna Addis, BPER Modena – LA BANCA ED IL LEASING ABITATIVO

18:30 quesiti e dibattito

La partecipazione al convegno è gratuita.

Sono stati richiesti i crediti formativi presso la Fondazione del Notariato Italiano

L’evento sarà preceduto dalla presentazione delle Guide per il Cittadino a mezzo di conferenza stampa e promozione televisiva e rientra nell’ambito dell’iniziativa “UNA GOCCIA D’ARTE”, mostra temporanea d’arte con finalità benefiche, patrocinata dal Comune di Modena, promossa dell’Associazione Onlus “Ho avuto sete”.

Documenti

Presentate oggi in Comune a Modena le due nuove ‘Guide per il Cittadino’ sul tema del comprare immobili alla luce delle ultime novità normative: ‘Il Rent to buy e altri modi per comprar casa’ e ‘Il Leasing Immobiliare Abitativo’. Le ‘Guide’ fanno parte della Collana ‘Guide per il Cittadino’, e sono state realizzate dal Consiglio Nazionale del Notariato e 12 delle principali Associazioni dei Consumatori. Venerdì 7 ottobre (ore 15, Galleria Europa – Piazza Grande) si terrà l’Incontro <La casa, un bene essenziale. Modalità alternative di acquisto>, aperto ai professionisti e al pubblico interessato.

Modena, 5 ottobre 2016 – Presentate oggi in Comune a Modena le due nuove ‘Guide per il Cittadino’ sul tema del comprare immobili alla luce delle ultime novità normative: ‘Il Rent to buy e altri modi per comprar casa’ e ‘Il Leasing Immobiliare Abitativo’. Hanno partecipato gli assessori Anna Maria Vandelli (Edilizia, Politiche abitative, Aree produttive) e Tommaso Rotella (Attività Economiche) e, per il Consiglio Notarile di Modena, il Presidente Flavia Fiocchi e i notai Antonio Nicolini e Giuliano Fusco.

Le due Guide fanno parte della Collana Guide per il Cittadino, e sono state realizzate dal CNN-Consiglio Nazionale del Notariato e 12 delle principali Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori).

Sul tema <La casa, un bene essenziale, Modalità alternative di acquisto> i professionisti e i cittadini interessati sono invitati un Incontro Pubblico che si terrà venerdì 7 ottobre in Sala Europa (ore 15, ingresso libero). Dopo l’introduzione e i saluti del notaio Flavia Fiocchi, saranno i notai Antonio Nicolini e Giuliano Fusco a illustrare rispettivamente i contenuti delle Guide ‘Rent to Buy’ e ‘Leasing Immobiliare Abitativo’. Chiude l’incontro Anna Addis (BPER Modena) con un intervento sul tema ‘La Banca e il leasing abitativo’

In questa occasione saranno disponibili gratuitamente le ‘Guide’, che sono anche scaricabili dal sito del CNN (www.notariato.it) e dai siti web delle Associazioni dei Consumatori che hanno partecipato alla loro realizzazione.

Comunicato stampa

DONAZIONI E LASCITI NEI CONFRONTI DI ASSOCIAZIONI E ONLUS ITALIANE ED ESTERE

A Modena, venerdì 30 settembre, un Convegno sul tema delle donazioni solidali a cui intervengono i notai, insieme agli avvocati e ai commercialisti. Relatore d’eccezione, per il Notariato, Gianluca Abbate, Consigliere Nazionale con delega al terzo settore, sul tema “Il Notaio e i lasciti testamentari. Il testamento solidale oggi”.

Modena ­_ Un approfondimento sul tema delle <DONAZIONI E LASCITI NEI CONFRONTI DI ASSOCIAZIONI E ONLUS ITALIANE ED ESTERE>, è il focus del Convegno in programma a Modena venerdì 30 settembre (Camera di Commercio, via Ganaceto 134, ore 14.30-18.30), a cui i notai partecipano insieme agli avvocati e ai commercialisti. Relatore d’eccezione per il Notariato, Gianluca Abbate, Consigliere Nazionale con delega al terzo settore, sul tema “Il Notaio e i lasciti testamentari. Il testamento solidale oggi”.

A lui il compito di sottolineare il ruolo del notaio a fianco di chi sceglie di fare solidarietà e traccerà l’identikit dei nuovi italiani generosi. Il Consigliere Abbate, nell’ambito del Convegno di Modena, porterà la stessa relazione sul Testamento solidale già presentata il 13 settembre scorso presso la Camera dei Deputati, con grande successo di pubblico e di stampa. L’evento è patrocinato dal Comune di Modena. Ai notai saranno riconosciuti n.4 crediti formativi professionali.

Per informazioni: Consiglio Notarile di Modena t.059 059 223721; consigliomodena@notariato.it

Al termine del Convegno, sarà possibile visitare la mostra “Gocce d’arte” patrocinata dal Comune di Modena e ideata dalla Onlus modenese “Ho avuto sete”, che ha coinvolto il Consiglio Notarile di Modena in questa iniziativa sul tema della solidarietà, e che rimarrà aperta presso la Galleria Europa in Piazza Grande dal 27 settembre all’8 ottobre.

Si tratta di un’esposizione di lavori (dipinti e sculture) prodotti gratuitamente da artisti locali di chiara fama, dedicati al tema dell’acqua, che verranno poi, a conclusione dell’evento il giorno 8 ottobre, messi all’asta. Il ricavato verrà poi devoluto alle vittime del sisma che ha di recente duramente colpito il Centro dell’Italia.

Ho Avuto Sete è un’Associazione di Volontariato fondata con l’obiettivo di svolgere attività di cooperazione e sviluppo volta al miglioramento delle condizioni di vita sia delle popolazioni dei paesi in via di sviluppo, sia della popolazioni – di altri paesi – che si trovino in condizioni di difficoltà causate da eventi naturali e/o sociali (guerre, rivolte, terremoti, alluvioni, carestie, epidemie, ecc.).

A queste attività si unisce l’organizzazione, per i propri associati e per la collettività, di momenti di riflessione ed approfondimento su tematiche di carattere esistenziale rivolti a tutti per accrescere la sensibilità e la consapevolezza dei soggetti coinvolti.

Con questo spirito Ho Avuto Sete, con la collaborazione di un gruppo di studenti del Master in Event Management di Sida Group e con il patrocinio del Comune di Modena, organizza Una Goccia D’Arte.

Una Goccia D’Arte è una mostra d’arte realizzata con opere donate e successivamente battute in un’asta finale, il cui ricavato andrà totalmente a finanziare i progetti umanitari dell’Associazione.

Documenti

In allegato l’elenco dei Notai del Distretto di Modena che hanno dato la loro disponibilità a ricevere atti urgenti nel mese di agosto.

Documenti

ASTE, DONAZIONI, SUCCESSIONI 03 maggio 2016

03 maggio 2016 un corso gratuito organizzato da Fiaip Modena e Fiaip Reggio Emilia, per una formazione pratica, attuale indispensabile. Tra i relatori, il notaio Monica Rossi, che messo a punto con gli altri Ordini (avvocati e commercialisti) un Protocollo di intesa per la delega frazionata sulle esecuzioni immobiliari.

Modena, 2 maggio 2016 _ Tutto ciò che occorre sapere su ‘Aste, donazioni, successioni’: per una formazione pratica, attuale, indispensabile. Fiaip Modena e Fiaip Reggio Emilia organizzano per gli associati e i collaboratori un corso gratuito (DOMANI 3 maggio 2016, dalle 16 alle 19) presso la CCIAA di Modena, in via Ganaceto 134. Al corso partecipa, in qualità di relatrice, il notaio Monica Rossi, che interviene su donazioni e successioni.

Monica Rossi, è particolarmente esperta in materia, avendo contribuito alla nascita e al varo dell’iniziativa congiunta in tema di aste immobiliari, creando in accordo con gli altri Ordini professionali ( avvocati e commercialisti) un Protocollo di intesa che contempla per tutte le esecuzioni immobiliari una ‘delega frazionata’.

Per ogni esecuzione immobiliare, infatti, viene nominato un delegato A che è sempre un notaio a cui spetta occuparsi di nulla osta, decreto di trasferimento e cancellazioni formalità, ed un delegato B, un avvocato o un commercialista, che si occupa di tutte le vendite e del piano di riparto.

Tra i temi sul tappeto del corso, le aste immobiliari (principali profili operativi connessi alla partecipazione al procedimento), gli immobili con donazioni (come difendersi, come acquistare e far acquistare senza sorprese), le successioni (aspetti pratici legati alla vendita di immobili ricevuti in eredità). Per iscrizioni: 5784.delvecchio@fiaip.it.